Come trovare un testamento?

Dopo il decesso di un soggetto, per conoscere se il medesimo abbia redatto un testamento, è necessaria un’indagine che sarà condotta con modalità in parte diverse a seconda della forma testamentaria che sarà stata adottata dal de cuius:

  • in caso di testamento olografo: questo sarà normalmente conservato tra gli effetti della persona deceduta o, fiduciariamente, dal soggetto al quale lo stesso testatore abbia affidato l’incarico della conservazione del manoscritto. Detto soggetto può ben essere il notaio di fiducia del testatore al quale questo ultimo abbia dato incarico informale di conservazione.
  • in caso di testamento pubblico, testamento segreto o testamento olografo depositato nella speciale raccolta degli atti di volontà da un notaio (questa volta con incarico formale): sarà cura del notaio stesso informare gli eredi e legatari dei quali conosca il domicilio o la residenza.

Può accadere in questa ultima ipotesi che il notaio non si attivi nell’effettuare la comunicazione, perchè non a conoscenza dello stesso decesso del testatore o perché non più in esercizio. In tale caso, invero assai frequente, chi ne ha interesse può effettuare la relativa ricerca presso i consigli notarili distrettuali che comunicheranno la relativa richiesta ai notai del distretto in esercizio.

E’ necessario presentare una domanda presso la Segreteria del Consiglio Notarile di competenza (presumibilmente facendo riferimento alla residenza del defunto) esibendo copia in carta libera del certificato di morte della persona che si presume abbia redatto il testamento e dei dati anagrafici completi del richiedente oltre che degli elementi esposti nell’apposito modulo di richiesta.

La ricerca sarà condotta presso ogni singolo Notaio esercente nel Distretto e tempestivamente comunicata all’istante.

Il registro generale dei testamenti

Una seconda e più completa ricerca può essere svolta interrogando il “Registro generale dei testamenti” con sede in Roma (00154), Via Padre Semeria n.95 .

In questo Registro, istituito presso gli Archivi Notarili, sono reperibili tutti i testamenti ricevuti in modo formale dal 1980 ad oggi dai Notai, da tutti i Notai d’Italia.

Va però prestata attenzione al fatto che il Registro Generale può dare notizia solo dell’esistenza dei testamenti pubblici, dei testamenti segreti e dei testamenti olografi depositati “formalmente” presso un notaio (quest’ultimo è il caso, infrequente, in cui l’autore di un testamento olografo chieda al notaio la redazione di un “atto di deposito” di detto testamento); il Registro, in altri termini, non fornisce notizia dell’esistenza di altri testamenti olografi, e quindi sia di quelli depositati “fiduciariamente” a un notaio (o ad altro professionista o ad altro soggetto depositario) sia di quelli che il testatore abbia tenuto presso di sé, tra le proprie carte.

Consultando il Registro generale dei testamenti è anche possibile conoscere se il defunto abbia redatto testamento in uno degli Stati esteri aderente alla “Convenzione internazionale di Basilea“.

Ad oggi la convenzione è stata ratificata, oltre che dall’Italia anche dalla Francia, Cipro, Turchia, Belgio, Paesi Bassi, Portogallo, Lussemburgo, Spagna, Estonia, Lituania, Ucraina.

Il Registro generale dei testamenti consente dunque di conoscere se una persona deceduta ha fatto testamento, in Italia o all’estero (per i paesi sopra indicati).

Attraverso il Registro può essere chiesto, infatti, al competente organismo di uno Stato estero aderente alla Convenzione internazionale di Basilea il rilascio di un certificato degli atti di ultima volontà iscritti in quell’organismo, relativi alla persona deceduta.

Gli interessati possono richiedere al Registro generale dei testamenti la certificazione delle iscrizioni risultanti a nome della persona defunta e l’indicazione dell’archivio notarile distrettuale presso il quale gli atti iscritti sono depositati, qualora il notaio sia cessato.

La consultazione di questo Registro (che si effettua presso gli Archivi Notarili Distrettuali, esibendo il certificato di morte della persona di cui si ricerca il testamento) consente di sapere se una data persona abbia fatto testamento e dove il documento si trovi.

Per gli adempimenti da effettuare si rinvia al sito del Ministero competente.